ACCEDI lucchetto rosso

Il Consiglio europeo per le competenze, l’occupazione e la formazione nei settori dell’audiovisivo e dello spettacolo dal vivo ha pubblicato nel mese di giugno il documento conclusivo, ora disponibile anche in italiano, scaturito dal progetto  “Creative Skills Europe”

Il resoconto, di seguito riportato, è frutto della cooperazione di ben 10 paesi dell'UE (Belgio, Francia, Germania, Grecia, Italia, Paesi Bassi, Spagna, Portogallo, Svezia e Regno Unito) ed SLC ha attivamente preso parte ai lavori della sezione dedicata al sud Europa, nella quale sono state approfondite le peculiarità di Italia, Spagna e Portogallo.

La finalità del Progetto  era quella di analizzare un settore, come quello dell’audiovisivo e dello spettacolo dal vivo, attraversato da profondi cambiamenti soprattutto a seguito della digitalizzazione e studiarne i cambiamenti che tutto ciò sta comportando sul fronte occupazionale e nei processi produttivi.

Gli incontri hanno dato ai partecipanti l'opportunità di condividere le esperienze su quanto sta accadendo nei diversi Paesi ed in particolare sui fabbisogni di nuove competenze e sulle evoluzioni delle  professionalità che operano in questo contesto.

Dall’analisi del materiale presentato sono scaturite le sfide che il settore ha di fronte e quali potrebbero essere le leve su cui agire per fronteggiarle. Rendere disponibili sul mercato del lavoro gli skills professionali più richiesti significa, infatti, dare maggiori opportunità di occupazione e contestualmente migliorare gli standard qualitativi delle opere realizzate.

Un percorso, dunque, ineludibile che richiede significativi interventi e investimenti sulla formazione e sulla riqualificazione delle competenze soprattutto attraverso processi di cooperazione tra le diverse parti interessate.

Il lavoro realizzato dal Consiglio europeo vuole essere, dunque, uno strumento per Sindacati, Imprenditori, Istituzioni e Associazioni di categoria utile al conseguimento, nelle singole realtà, di iniziative efficaci che possano rispondere alle esigenze dell’itero settore.

Download "final report"

0
0
0
s2sdefault

TUTTE LE NOTIZIE