ACCEDI lucchetto rosso

7 produzione multimediale ELAB180x180PRODUZIONE MULTIMEDIALE

I lavoratori del gruppo Elcograf, ex Mondadori Printing, unitamente alle rappresentanze sindacali nazionali, territoriali e aziendali esprimono la loro viva preoccupazione rispetto alla situazione che si sta determinando in conseguenza dell'evoluzione del rapporto commerciale Arnoldo Mondadori Editore/ Pozzoni.

Pur consapevoli dell'importante periodo recessivo che sta vivendo il settore grafico editoriale e che si sta riverberando su tutte le aziende, committenti e fornitrici, ritengono che, anche in vista della rilevante responsabilità sociale che rivestono gruppi che impiegano migliaia di dipendenti, vadano esplorate tutte le possibilità di individuare un nuovo modus vivendi che salvaguardi, al contempo, sia le esigenze di economicità di Mondadori editore che di Elcograf, ma anche l'impiego di centinaia di lavoratori. Ciò pure in considerazione della grande visibilità di due aziende che svolgono ruolo di capofila nei loro rispettivi settori e del pesantissimo periodo di crisi economica e occupazionale che il sistema Italia sta tuttora attraversando.
Da parte loro i lavoratori, come sempre, sono pronti a fare la loro parte dichiarandosi disponibili fin d'ora a tutti i confronti necessari a implementare, in quello che è il primo gruppo stampatore in Italia, tutti gli elementi di razionalizzazione e di efficentamento sostenibili al fine di difendere i livelli occupazionali e di traguardare soluzioni che annullino gli impatti sociali.
Ritengono altresì, per quanto attiene la vertenza già in atto nello stabilimento di Pomezia, che essendo detto stabilimento, a tutti gli effetti, facente parte del gruppo, è giusto affrontare i problemi, in primis, in via generale con tutto il gruppo. È evidente che in attesa di febbraio, mese in cui dovrebbero ormai essere definite le nuove condizioni del rapporto con il committente più importante, sarebbe totalmente controproducente spostare le commesse locali, di pertinenza geografica laziale, negli stabilimenti del nord, per il peggioramento degli oneri di logistica e per l'obiettivo rischio di perdere addirittura le commesse in conseguenza della mancata immediatezza nel rapporto con il cliente.
Invitano l'azienda ad aprire un negoziato a tutto tondo, non appena siano definite le nuove condizioni del rapporto con l'editore, che affronti le tematiche sul tavolo.
Segreterie Nazionali e Territoriali
Slc-Cgil Fistel-Cisl Uilcom-Uil Ugl Carta e Stampa
Le RSU Gruppo Elcograf
0
0
0
s2sdefault

TUTTE LE NOTIZIE