ACCEDI lucchetto rosso

L’SLC CGIL accoglie all’interno della categoria lo storico Sindacato Nazionale Scrittori, che diventa la sua Sezione Nazionale Scrittori.

Non è un momento facile per la cultura in generale, per la letteratura in particolare. Se l’Istat afferma che la quota di lettori di libri scende di un punto e mezzo nel 2014 rispetto al 2013, raggiungendo la percentuale del 41.4% e che quasi una famiglia su 10 non ha neppure un libro in casa e il 63.5% ne ha al massimo 100.

La SLC CGIL decide di ampliare il raggio d’azione del sindacato, mettendo insieme Scrittori, Attori, Musicisti, produttori di beni immateriali, convinta che sia il momento di rilanciare la rappresentanza di questi professionisti, privi di tutele e riconoscimento professionale, anche a fronte delle novità introdotte dalle tecnologie e delle conseguenti ricadute sui diritti d’autore.

Il mondo intellettuale in questo modo diventa più autorevole e questo è fondamentale per affrontare le problematiche che lo riguardano, anche nel rispetto delle differenze dei singoli settori.

La lotta per i diritti e i valori degli scrittori e autori italiani non è, così, una lotta settoriale, non riguarda un gruppo minoritario della società, ma investe l’intero impianto del rapporto tra società civile e società politica, riguarda le questioni di fondo della libertà, della democrazia, dell’attuazione della Costituzione, della crescita umana e civile delle persone che solo così diventano cittadini capaci di un giudizio critico maturo.

La SLC CGIL per questo organizza incontri letterari, che permettono agli autori di presentare le proprie opere, creando confronto e dibattito sui vari argomenti.

Qui i riferimenti di contatto:

Tel. 06.8417303
Fax 06.233201754
EMAIL Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito internet http://scrittori.slc-cgil.it
FACEBOOK https://www.facebook.com/slc.cgil.scrittori

0
0
0
s2sdefault