ACCEDI lucchetto rosso

Lunedì 25 novembre alle ore 9.30, in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, il Sindacato Lavoratori della Comunicazione della CGIL ha tenuto alla Casa del Cinema di Roma l’iniziativa pubblica Contro la violenza sulle donne, segnali dentro e fuori lo schermo.

L’obiettivo è stato quello di richiamare l’attenzione sul ruolo che i media rivestono per combattere la violenza sulle donne e facilitare l’affermarsi di una cultura del rispetto e dell’equilibrio di genere.

La violenza nasce in ogni contesto sociale e cresce nell’indifferenza e nel silenzio. I mass media e il servizio pubblico in particolare devono impegnarsi a tutto tondo nella battaglia culturale necessaria – dichiara Barbara Apuzzo, segretaria nazionale Slc Cgil e coordinatrice nazionale donne. Crediamo che esempi concreti di donne e di uomini che testimoniano un impegno quotidiano e tangibile in questa direzione, siano il modo migliore per comunicare che un cambiamento è già in atto e che sia compito di tutti noi sostenerlo, incoraggiarlo  e renderlo visibile.

Dopo il contributo del segretario generale Slc Cgil Massimo Cestaro e la relazione introduttiva di Barbara Apuzzo, sono intervenuti Eleonora Andreatta, Direttrice Rai Fiction; Luisa Betti, giornalista esperta di diritti donne e minori; Rita Del Prete, Vicepresidente Premio Ilaria Alpi; Gad Lerner, giornalista e scrittore; Lunetta Savino, attrice; Benedetta Tobagi, CdA Rai. Modera Ilaria Capitani, Giornalista Tg2.

Ha concluso i lavori Susanna Camusso, segretario generale Cgil.

Visualizza Locandina

Relazione Introduttiva 25novembre

Visualizza il Video del convegno

Visualizza le foto del convegno

0
0
0
s2sdefault