ACCEDI lucchetto rosso

ASO\ASA: L’AZIENDA SMETTA DI AVERE ATTEGGIAMENTO IDEOLOGICO E TORNI A CONFRONTARSI

 

 

E’ stato indetto per le Regioni Piemonte, Lombardia, Liguria, Lazio, Campania, Calabria e Basilicata, lo sciopero di un’ora al giorno dal 7 al 18 maggio 2013 compresi per i reparti ASA\ASO.

Lo sciopero avrà la seguente articolazione:

- I lavoratori in turno dalle ore 24 alle 08 scioperano l’ultima ora del turno.

- I lavoratori il cui turno inizia nella fascia oraria compresa dalle ore 08 alle ore 09.50 scioperano dalle ore 09.50 alle 10.50

- I lavoratori il cui turno inizi alle ore 07.50 scioperano la prima ora in entrata.

- I lavoratori il cui turno inizi alle ore 10 scioperano la prima ora in entrata.

- I lavoratori il cui turno inizia dalle ore 11 in poi scioperano l’ultima ora del turno.

Chiediamo a tutte le regioni che hanno fatto procedure di raffreddamento regionali di aderire a questa modalità.

Ancora una volta ribadiamo come la responsabilità di questa situazione sia da imputare interamente all’azienda che non ha saputo, o voluto, contenere una linea operativa che ha immaginato una riorganizzazione fatta solo di aggravi generalizzati dei turni.

Noi restiamo convinti che il miglioramento delle performance dell’assistenza tecnica sia un elemento imprescindibile nel piano di recupero della base clienti, così come siamo altrettanto convinti della strategicità dei processi di reinternalizzazione di attività (processi che fatalmente portano a cambiamenti organizzativi), ma con la stessa sicurezza continuiamo a sostenere che questi cambiamenti vadano gestiti con progressività ed in modo condiviso. Solo in questo modo si raggiunge quel livello di consapevolezza e partecipazione che sono alla base del corretto funzionamento dell’organizzazione del lavoro di strutture complesse come quelle dell’assistenza tecnica.

Ora la parola passa alle lavoratrici ed ai lavoratori che, con la loro adesione compatta, sapranno convincere l’azienda a recedere da questa posizione poco lungimirante.

Le Segreterie Nazionali di SLC-CGIL, FISTEL-CISL e UILCOM-UIL

0
0
0
s2sdefault