ACCEDI lucchetto rosso

Il 13 febbraio 2013 si è tenuto, presso UNINDUSTRIA ROMA, l’incontro tra FASTWEB e SLC-FISTEL-UILCOM-UGL Telecomunicazioni e le RSU di presentazione dei dati economici finanziari aziendali della gestione 2012.

A fronte di un mercato, quello delle Telecomunicazioni, che registra sia in Italia che in Europa una flessione dei ricavi sia sul fisso che sul mobile e che per quanto riguarda la Banda Larga il dato italiano appare ancora più negativo, con una crescita pari a zero, i risultati conseguiti da Fastweb nel 2012 fotografano un trend positivo che allo stato attuale rappresentano un segnale di ripresa anche in virtù degli sviluppi ed investimenti, come i 400 mil di euro per l’ampliamento della fibra (FTTS) stanziati da Swisscom per gli anni 2013-2016.

Il 2012 chiude, rispetto al 2011, con l’aumento della base clienti +11%, i ricavi subiscono una flessione pari al -3%, Ebitda a +11% e una consistente riduzione del debito, anche se ancora negativo, con un incremento degli investimenti/ricavi pari allo 0,2%.

La direzione aziendale, su esplicita richiesta sindacale, ha dichiarato che non prevede nessuna operazione di carattere strutturale che possa coinvolgere i lavoratori. Ad oggi ci sono studi e progetti finalizzati a concentrare le attività dei dipendenti su attività core che Fastweb dichiara non creeranno problemi occupazionali ne esuberi.

Le Segreterie Nazionali, infine, pur ritenendo positivo il percorso relazionale tecnico aperto con le RSU specifico sulla riorganizzazione in atto, hanno ritenuto di richiedere uno specifico incontro nazionale che illustri i progetti attuali in corso da effettuarsi per la fine del mese di febbraio od inizio del mese di marzo.

A valle dell’incontro è stata sollevata dalla delegazione sindacale la questione dei permessi per le visite mediche ad oggi non riconosciuti in Visiant Next e Huawei. Fastweb si è detta disponibile, a seguito della richiesta sindacale, ad una verifica rispetto alla prima interpretazione ad oggi restrittiva.

LE SEGRETERIE NAZIONALI

SLC CGIL          FISTEL CISL          UILCOM UIL          UGL TELECOMUNICAZIONI

0
0
0
s2sdefault